Qualità e competenza nel restauro immobili a Venezia

responsabilità del committente
Responsabilità del committente
agosto 12, 2016
alfier restauri
Competenza nel restauro
marzo 14, 2017

Qualità e competenza nel restauro immobili a Venezia

restauro immobili

In un mercato in cui TUTTI pubblicizzano la qualità dei propri prodotti, gridando ai quattro venti di essere “i migliori”, quello che si ottiene è essere “uno dei tanti” che dice di fare le cose meglio degli altri.

Il che potrebbe anche essere anche vero, ma non fa la minima differenza, perché, per apprezzare la qualità di uno specialista, occorrerebbe essere un intenditore, e difficilmente il cliente lo è prima di “assaggiare”, “toccare con mano” e “sperimentare” il prodotto o servizio che viene a lui offerto.

Chi va dal dentista non sa giudicare la qualità dell’intervento perché, semplicemente, non ha le  competenze per farlo.

Potrà dire, solo dopo l’intervento,  di non avere più il mal di denti, ma non sa se durerà in futuro.

restauro immobiliLo stesso dicasi di un buon ristorante: nessuno può giudicare la bontà di una cucina tipica se prima non ha assaggiato i piatti.

Tanto meglio se parliamo di un intervento di restauro immobili, che è il nostro core business.

Tutti si propongono capaci di fare dei lavori edili e, molte volte, in un’ottica di risparmio, si preferisce affidare i lavori per la propria  abitazione a lavoratori edili autonomi, talvolta improvvisati, magari senza nemmeno verificare che siano iscritti alla Camera di Commercio, ai veri organi previdenziali (INPS, INAIL e Cassa Edile) e soprattutto che siano in regola con il versamento dei contributi, quest’ultimo passaggio verificandone il DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva) – ma di questo e di tutte le responsabilità anche penali che il cliente va incontro ne parleremo in un altro post.

restauro immobili
Torniamo a noi, qual è l’impresa edile, grande o piccola che sia, il gruppo di artigiani o il lavoratore singolo che non dica quanto siano bravi e che come fanno i lavori loro non li fa nessuno?

Tutti lo fanno.

E come fa un cliente a capire a chi affidarsi per restaurare la propria casa che magari dopo anni e anni di sacrifici è riuscito a realizzare il proprio sogno, acquistandola?
Affidandosi alla famosa QUALITA’ tanto sbandierata?
Magari accompagnata dal bassissimo prezzo proposto? (e già quest’ultimo è un campanello di allarme non da poco).

 

Pertanto, non è la qualità che può fare la differenza nel restauro immobili.

La differenza la fa la COMPETENZA.

Ma cosa vuol dire COMPETENZA?

Wikipedia recita: “Essere competenti o agire con competenza, significa essere in grado di far fronte a situazioni complesse; mobilitando e fondendo in maniera pertinente una grande quantità di risorse personali, sociali oltre che a risorse del tipo tecnico specialistiche.”restauro immobili

Eccola qua la competenza, essere in grado di comprendere le esigenze altrui.
Essere in grado di risolvere i problemi altrui, proponendo soluzioni diverse con metodologie diverse.
Nel rispetto sia delle necessità del Cliente che nel rispetto dell’immobile oggetto di  restauro; consigliando da esperto il Cliente.
Perché no, talvolta anche  a spendere meno.

Facciamo un esempio: un Cliente che decide di restaurare la propria abitazione decidendo di sostituire anche le finestre con nuove.
(Il tema infissi lo tratteremo più ampiamente in un prossimo articolo).

Se gli infissi sono in buono stato talvolta è consigliabile non buttarli via.

 

Restaurare un infisso significa molteplici cose:
-risparmiare;
-conservare (nel restauro conservativo approfondiamo l’argomento)  una storia intrinseca dell’edificio stesso;
-avere un serramento che si “sposa” perfettamente nel contesto dell’intero fabbricato.
Potremmo andare avanti ancora, fermiamoci qui.restauro immobili

Restaurare un infisso non significa solo “stucco e pittura”.
Significa inserire al suo interno un vetrocamera che salvaguardi dal caldo in estate e dal freddo in inverno. Inserire delle guarnizioni contro gli spifferi e le eventuali infiltrazioni e così via.

Risultato: avere preservato un bene, aver speso meno.
Questo è solo un piccolo esempio in un mondo ampio e diverso dell’edilizia tradizionale dell’impresa edile ed in particolare del restauro immobili.

E questa differenza non la fa la qualità, ma la competenza.

Giovanni Alfier
“Restoring the Past for a better Future”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 + 2 =

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi