Restauro della Sagrestia dell’Incoronata – Basilica della Salute ( Marzo – Settembre 2014)

Basilica della Salute 2014
Restauro di intonaci a marmorino esterni – Basilica della Salute (2014)
novembre 3, 2017
Restauro tarsie pavimentali altare
Restauro e risanamento della pavimentazione in tarsia nella Basilica di Santa Maria della Salute (2013)
ottobre 30, 2017

Restauro della Sagrestia dell’Incoronata – Basilica della Salute, Venezia

La Sagrestia dell’Incoronata, o Sagrestia Piccola era, al principio dell’intervento, un ambiente prevalentemente di servizio e di passaggio. Negli anni, interventi manutentivi  ripetuti avevano risarcito gli originari intonaci a marmorino con impasti più poveri e semplici, uniformando poi la superficie con scialbature bianche, piatte e ben lontane dalla superficie vibrante del marmorino.

Il descialbo delle pareti ha permesso di riportare alla luce non solo ampi brani di intonaci originari ma anche disegni e bozzetti di una boiserie in legno che avrebbe dovuto arricchire l’ambiente, tracciata a sanguigna e, probabilmente, mai realizzata anche se il suo perimetro si osserva lungo l’intera ampiezza dell’ambiente. Ancora più sorprendenti, poi,  sono i disegni a matita riscoperti lungo la parete che la Sagrestia condivide con il Coro, ove è riportata in orizzontale la composizione di un rivestimento scultoreo simile a quello che oggi adorna il retro dell’Altare Maggiore. Probabilmente il disegno in scala al vero serviva ai lapicidi per avere un raffronto con le misure definitive e la proporzione degli elementi da tagliare e per questo è stato tracciato in orizzontale, facilitando le operazioni di confronto.

Sorprendentemente, dunque, gli intonaci riportati alla luce ci hanno regalato questo scorcio inedito e vivido della Basilica ancora cantiere, ancora in procinto di definire le sue superfici.

Il restauro ha ridonato all’ambiente unitarietà e decoro, reintegrando le lacune degli intonaci con impasti analoghi agli originali e recuperando la vibrazione cromatica e la morbidezza tipica dell’intonaco a marmorino. I disegni ritrovati sono tutt’oggi visibili lungo le pareti non occupate dagli arredi e sono tutt’ora in corso di studio e raffronto con il resto delle superfici basilicali.

Committente: Seminario Patriarcale di Venezia

Progetto: Arch. Mario Piana

Direzione Lavori: Arch. Mario Piana

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi