Restauro di Palazzo Agnusdio, Venezia Santa Croce 2060 (2015)

Restauro del palazzo XVII sec
Restauro del palazzo di XVII sec. sito in Fond. Gasparo Contarini 3534 (2015-2016)
novembre 6, 2017
Basilica della Salute 2014
Restauro di intonaci a marmorino esterni – Basilica della Salute (2014)
novembre 3, 2017

Restauro di Palazzo Agnusdio, Venezia Santa Croce 2060 (2015)

Il palazzo si presume essere risalente ai primi decenni del Quattrocento ed è approfonditamente descritto nella trattatistica storico artistica sulle residenze gotiche veneziane. La sua originaria struttura, tutt’ora caratterizzata dall’impianto gotico-bizantino, è documentata dagli straordinari apparati scultorei presenti nella facciata principale: la porta di terra sul Ponte del Forner con l’angelo benedicente racchiuso da un arco di girali vegetali; la porta d’acqua che si specchia sul Rio di Ca’ Pesaro con al di sopra la patera che racchiude l’Agnus Dei; la pentafora del piano nobile con i celeberrimi quattro Evangelisti presenti fra gli archi gotici delle finestre.

Palazzo Agnusdio ha attraversato sei secoli di storia non privo di profonde modificazioni ed alterazioni, perdendo ampi brani dei suoi originari rivestimenti e cromie. Tuttavia, il lavoro di attenta osservazione ed le scelte di un restauro conservativo ed attento ci hanno consentito di recuperare l’unità di lettura dei fronti esterni ed delle decorazioni plastiche.

L’intervento da noi eseguito ha compreso per intero gli esterni del palazzo, dalle coperture sino al piano terra, dal restauro statico del tetto al restauro conservativo dei grandi lacerti di intonaco a marmorino cosiddetto “povero” ovvero in sabbia di duna e degli apparati scultorei.

La pulitura attenta e graduata degli apparati scultorei ha consentito la conservazione delle seppur minime tracce di antiche dorature e cromie mentre i sorprendentemente tenaci intonaci in sabbia di duna delle facciate laterali sono stati risarciti di lacune e alveolizzazioni, recuperando la continuità del rivestimento murario e sostituendo gli intonaci cementizi del fronte principale con marmorino su fondo in coccio pesto sino al voltatesta, sulla base delle tracce osservate in fase di studio preliminare.

Committente: Eredi Agarinis

Progetto: Arch. Francesco Zalunardo

Direzione Lavori: Arch. Francesco Zalunardo

restauro palazzo agnusdio,restauro palazzo agnusdio,restauro palazzo agnusdio

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi