Basilica dei Frari di Venezia: intervento di restauro e consolidamento strutturale delle capriate lignee

Restauro Hotel Gorizia
Hotel Gorizia a La Valigia: restauro e rinnovamento di camere e servizi
ottobre 3, 2016
Cappella Feriale
Intervento di rinnovamento della Cappella Feriale del Seminario Patriarcale di Venezia.
ottobre 3, 2016

Basilica dei Frari di Venezia: intervento di restauro e consolidamento strutturale delle capriate lignee

La storia di questo complesso monumentale ed artistico affonda le radici nel secondo decennio del 1200 allorché i primi frati, seguaci di San Francesco d’Assisi, giunsero per la prima volta a Venezia.

La Basilica di Santa Maria Gloriosa dei Frari, comunemente detta solo Basilica dei Frari, è una fra le più grandi chiese di Venezia: misura 102 metri di lunghezza, 48 metri nel transetto ed è alta 28 metri.

È situata nell’omonimo Campo dei Frari, nel sestiere di San Polo, ed è dedicata all’Assunzione di Maria. Nel 1926 ha ricevuto da papa Pio XI il titolo di basilica minore.

La pianta è a croce latina e lo stile è gotico veneziano, caratterizzato dall’alternanza di cotto e pietra d’Istria.
Al suo interno vi sono 17 altari monumentali e sono custodite molte opere d’arte, tra cui due celebri dipinti del Tiziano: la Pala Pesaro e L’Assunta. Ospita, inoltre, le tombe di numerose personalità legate a Venezia, tra cui Claudio Monteverdi, Canova e lo stesso Tiziano.

L’ intervento ha riguardato il restauro del nodo fra puntone e catena di una capriata del tetto della Basilica, deterioratosi a seguito di infiltrazioni d’acqua.

Dopo le opportune puntellazioni, le parti ammalorate sono state asportate e sostituite con protesi in legno con sistema lamellare.  Al termine della costruzione della protesi si è provveduto al fissaggio del puntone alla muratura mediante intervento di ricucitura muraria con mattoni di recupero.

Committente: Collegio Antoniano dei F.M.C. – Basilica dei Frari

Progetto: Soprintendenza Archeologia. Beni Artistici e Paesaggio di Venezia

Direzione Lavori: Ing. Alberto Lionello, Soprintendenza di Venezia